Un primo livello prettamente agricolo, che principalmente coltiva vecchie varietà di ortive e mantiene da generazioni frutteti antichi e giardini a campo aperto di fiori della tradizione. Un secondo livello prettamente di mantenimento delle piante fitoalimurgiche, aromatiche e officinali. A questi due livelli, che cercano di conservare la tradizione e la cultura nel rispetto dei luoghi, è stata inserito l'aspetto innovativo della "fungaia a terra" di specifici ceppi di cardoncello sardo tipo di Sindia, in letti di coltura totalmente naturali quali tavole e cortecce sostenuti da paletti in legno all'interno di ombrai, sotto alberi monumentali presenti in azienda. Inoltre l'azienda sta sperimentando l'allevamento di Pleurotus Ostreatus.

Filosofia Aziendale

L'Azienda Fizza 'e Luna è situata a Ovodda in ambiente montano, la ruralità dei luoghi è stata conservata e mantenuta nel corso

 dei secoli con le pratiche di agroforestazione che sono proprie della cultura delle genti, così pure delle vecchie cultivar di frutta, ortaggi, fiori aromatiche, spezie e officinali. La filosofia aziendale si basa sulla tutela di antiche varietà perché segue la legge ecologica degli ecotoni, più 

biodiversità garantisce maggior stabilità: il bosco accanto al frutteto, il fruteto accanto alla vite e accanto all'orto non dimenticando le aromatiche e le officinali, da molte più risorse ed è più resistente seguendo i cicli del tempo. Affiora un concetto cardine, quello di AGRICOLTURA COME INSIEME DI UTILITA' E BELLEZZA. Pertanto è caratterizzata da produzioni di qualità con un grande potenziale economico, strettamente correlato al concetto di agricoltura multifunzionale. In tal modo si intendono promuovere e incentivare le condizioni per garantire la ruralità dei luoghi pur avendo un occhio di riguardo per l'innovazione alimentare e stili di vita. In questo senso l'azienda sta iniziando a trasformare i suoi prodotti in Antichi sapori che possano entrare nell'uso di chiunque voglia assaporare la tradizione fitoalimurgica, patrimonio un po' dell'intera penisola, con degli essiccati (aromi, spezie e bevande), e con dei battuti freschi conservati in olio d'oliva delle erbe spontanee tra le più gustose. I prodotti e queste antiche ricette divengono segno di identità in un momento in cui assistiamo a una lenta ricostruzione di una cultura del cibo facendo riaffiorare i saperi legati al percorso del cibo prima del consumo.